Sanatoria catastale: cosa fare

Qualora il vostro immobile sia da regolarizzare catastalmente, occorre rivolgersi ad un tecnico abilitato (geometra, ingegnere, architetto), che effettui o il rilievo topografico per l’inserimento in mappa del fabbricato (questo è il caso di edifici non inseriti in mappa perchè presenti nel catasto terreni in quanto edifici rurali) o effettui una conferma topografica, senza effettuare il rilievo topografico (il fabbricato è presente in mappa e deve essere soltanto inserito nel catasto fabbricati).
Ovviamente il costo del primo è nettamente superiore in quanto occorre effettuare un rilievo topografico, elaborarlo, presentarlo in catasto (previo deposito al comune di appartenenza dell’immobile oggetto della pratica catastale) e poi occorre redigere e presentare il Docfa (documento fabbricato) che completa l’ter della pratica.